Thursday, 3 March 2011

M/M Interview with Andrea Luparelli

Image of Andrea Luparelli provided exclusively to Manner of Man Magazine/Welldressed by Sartoria Ripensi (Rome) and may not be reproduced without written authorisation. All rights reserved.


This exclusive interview with Andrea Luparelli of Sartoria Ripense (Rome) was conducted by Nicola Linza and Cristoffer Neljesjö in Rome during January/February 2011


How would you describe Sartoria Ripense?

It is a special place, set in the heart of wonderful Rome, a little cradle of Made in Italy, where everything speaks of tradition, craft, quality. It is the fruit of a long path of experience and research toward impeccable results, in order to offer the most sophisticated products. It is a place for assertive, refined gentlemen who can choose and see the creation of their total look, of their made-to-measure wardrobe, under the unequivocal sign of Italian style.


How did you get involved with the business?

First, my grandfather was a tailor and I grew up loving this noble craft and so... blood will out! Then, I couldn't let that tradition fade away, wasting that invaluable heritage. Later on, I had the chance to meet Gianluca Bocache and Roberto Salvucci (specialized in handicraft men's footwear) and the melting of our passion, experience and projects gave life to Sartoria Ripense.


As a tailor, what do you think about fashion in general?

As a man and as a tailor, I never follow the swinging moods of trends and fads; it can be sometimes fascinating but too ephemeral. In my vision, Fashion is not a coup de foudre, it real, eternal one! A classical bespoke suit is fashion itself, it rules.


How would you describe your style?

My style reflects those inspirations and values basing my work. It is expression of love for beauty and attention to details, It evokes the concept of classic, of elegance in its most traditional soul. And to me style can only be timeless... as John Keats said "A thing of beauty is a joy forever".


It is 1970, and we're meeting up at a party Luchino Visconti is having in Rome. What are you wearing? In addition, whom do we want to meet?

As I hear the name Luchino Visconti my mind goes immediately back to those ball scenes of Il Gattopardo, to Burt Lancaster and Alain Delon, real legends. Anyway, at a hypothetical Visconti's party in 1970, you'd see me wearing something elegant while easy too, like a perfect gray donegal suit. And you'd see me flattering the unforgettable Anna Magnani.



ITALIAN


Image of Andrea Luparelli and the Sartoria Ripensi staff provided exclusives to Manner of Man Magazine/Welldressed by Sartoria Ripensi (Rome) and may not be reproduced without written authorisation. All rights reserved.


Come descriverebbe la Sartoria Ripense?

È un luogo speciale, incastonato nel cuore della splendida Roma; una piccola culla del Made in Italy in cui ogni cosa parla di tradizione, mestiere e qualità. È il frutto di un lungo percorso di studio, esperienza e ricerca per ottenere risultati impeccabili ed offrire i prodotti più sofisticati. È il posto ideale per Gentlemen raffinati e di carattere che possono scegliere e assistere alla creazione del loro total look, del loro guardaroba su misura, Sotto l'inequivocabile segno dell'Italian style.


Come ha iniziato la sua attività?

Innanzi tutto mio nonno era sarto ed io sono cresciuto appassionandomi a questo nobile mestiere e quindi... buon sangue non mente! Non potevo certo lasciare che questa tradizione si perdesse e con essa quell'inestimabile eredità. Successivamente, ho avuto la fortuna di incontrare Gianluca Bocache e Roberto Salvucci (specializzati in produzione artigianale di calzature per uomo) e l'unione della nostra passione, dell'esperienza e dei progetti hanno fatto nascere la Sartoria Ripense.


Come sarto, cosa pensa della Moda in generale.

Come uomo e come addetto ai lavori, non seguo mai i capricci e gli umori di mode e tendenze; può essere a volte affascinante ma trovo il tutto comunque effimero. A mio modo di vedere, la Moda non è un colpo di fulmine ma è amore vero, quello eterno! Un abito di sartoria su misura è moda esso stesso, it rules.


Come definirebbe il suo stile?

Il mio stile riflette le ispirazioni e i valori che sono alla base del mio lavoro. È espressione dell'amore per la Bellezza e dell'attenzione per i dettagli. Evoca il concetto di classico, di eleganza nella sua essenza più tradizionale. Lo stile può solo essere senza tempo, intramontabile. Per dirla con John Keats, "Una cosa bella è una gioia per sempre".


Siamo a Roma, negli anni '60, a un party dato da Luchino Visconti. Cosa indossa? E chi incontriamo?

Al nome Luchino Visconti la mia mente va immediatamente alle immagini del ballo de "Il Gattopardo", a Burt Lancaster e Alain Delon, vere leggende. Comunque, ad un ipotetico party dato da Visconti, mi vedreste indossare qualcosa di elegante e nello stesso tempo easy, come un perfetto donegal grigio. E mi vedreste sicuramente corteggiare l'indimenticabile Anna Magnani.

The above interview with Andrea Luparelli 2011 © Manner of Man Magazine/Welldressed. All rights reserved. Reproduction is strictly prohibited without written permission from the publisher.